La fiducia è alla base del rapporto professionale

La fiducia è alla base del rapporto professionale

La fiducia è alla base del rapporto professionale

La fiducia è alla base del rapporto professionale

Cos’è la fiducia?
“Senso di sicurezza che viene da speranza o stima fondata su qualcuno o qualcosa”. Quando si ha fiducia in qualcuno, si crede nella sua integrità, nel suo intento, nelle sue capacità, nei suoi risultati e si ritiene quindi affidabile. La fiducia può essere anche vista come un conto in banca: essa può essere sia creata che distrutta. Come un capitale che si perde con una sola giocata.

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio?
Pensiamo che un rapporto basato sulla fiducia sia preferibile alle incertezze ed ai chiaroscuri dei diffidenti. Alcuni recenti studi scientifici dimostrano che chi ha fiducia nell’altro vive meglio ed impara di più, inoltre il prezzo che paga chi non si fida è molto più alto, nei rapporti umani e nelle relazioni, di chi invece usa un approccio ispirato sulla fiducia.

Attenzione però, con questo non stiamo dicendo che bisogna fidarsi ciecamente di tutti. La fiducia è un bene molto prezioso e come tale deve essere ben riposta. Nessuno può dirsi al riparo dalle delusioni per la fiducia mal riposta.

I pilastri della fiducia
Integrità, intento, capacità e risultati sono per noi i pilastri sui quali si regge la fiducia. Una metafora utile per spiegare i quattro pilastri è il paragone con un albero: le radici rappresentano l’integrità, che sta sotto il suolo, poco visibile ma pilastro sul quale si regge tutto il resto. L’intento è visibile e può essere rappresentato dal tronco che emerge all’aperto. Le capacità sono i rami che ci consentono di produrre i frutti, che sono i risultati. Non a caso l’albero della vita è il nostro simbolo.

Di chi fidarsi?
Oggi siamo costantemente bombardati dalle informazioni (social, media, stampa, ecc..) e la confusione che si crea ci disorienta. Non riusciamo a capire chi ha la competenza necessaria per dire realmente come stanno le cose.
Sono tutti bravi a parlare ma, alla fine come possiamo essere sicuri di poterci fidare?
Come possiamo sentirci rassicurati?
Quali certezze abbiamo di raggiungere il risultato atteso?
Solamente dando fiducia al prossimo? Potrebbe in alcuni casi essere sufficiente ma, nel nostro lavoro non basta.

Ti fideresti di me se…
In realtà noi non ci fidiamo mai degli altri. Non ci fidiamo di una persona, ma dei suoi comportamenti. Ci fidiamo perché finora si è comportato in un certo modo e fino a che continuerà a farlo, continueremo a fidarci. Non ci fidiamo delle persone, ma dei loro risultati. Dal momento che ci portano dei risultati, ci fidiamo perché sono quello che vogliamo vedere. Questa “fiducia condizionata” la diamo solo a condizione che gli altri facciano qualcosa che noi desideriamo. In caso contrario? Semplice: perdiamo la fiducia.

Applicando questi concetti, ti fideresti di me se ti portassi questi risultati:

  • realizzerai margini più alti già dopo i primi 6 mesi
  • pianifichiamo tutto il carico fiscale durante l’anno
  • saprai con il massimo anticipo degli importi delle tue scadenze
  • prepariamo un bilancio mensile della tua attività
  • avrai un pacchetto di servizi tutto compreso (nessuna spesa extra)
  • ci assumiamo la responsabilità del nostro lavoro
  • pagherai meno tasse, rispettando rigorosamente la legge
  • diamo risposta in tempo reale alle tue domande
  • sarai sempre informato sulle novità e sulle agevolazioni fiscali esistenti nel tuo settore
  • garantiamo diversi tipi di rischio (inversione del rischio)
  • valutiamo la forma giuridica più adatta

Vedrai come cambierà in meglio la tua attività e raggiungerai finalmente quella serenità di chi tiene tutto sotto controllo.

RICHIEDI CONSULENZA GRATUITA

    * = Campo obbligatorio

    Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy.